lunedì 11 febbraio 2019

LA PRINCIPESSA SPOSA


La principessa sposa - William Goldman - copertina






Titolo: La principessa sposa

Autore: William Goldman

Casa Editrice: Marcos Y. Marcos

Pagine 320

Prezzo;€15;50


                
                      


           Trama

Un celebre sceneggiatore è disperatamente a caccia di una copia del romanzo chiave della propria infanzia. Quel romanzo gli aveva spalancato orizzonti impensati, rivelato uno strumento strepitoso: la lettura. Darebbe un occhio pur di trovarlo, vorrebbe regalarlo al figlio viziato e annoiato, sperando che il prodigio si ripeta. Quando ne agguanta una copia, si rende conto che molti capitoli noiosi erano stati tagliati dalla sapiente lettura ad alta voce del padre. Decide di riscriverlo. Togliere lungaggini e divagazioni. Rendere scintillante la "parte buona". La magia si realizza. Il risultato è straordinario. Si parte da una cotta clamorosa, un amore eterno tra un garzone di stalla e la sua splendida padrona, che sembra naufragare a causa di una disgrazia marittima. C'è poi il di lei fidanzamento con un principe freddo e calcolatore. Poi c'è un rapimento, un lungo inseguimento, molte sfide: il ritmo cresce, l'atmosfera si arroventa. Il trucco della riscrittura arricchito da brillanti "fuori campo" dell'autore - l'incanto di personaggi teneri o diabolici, i dialoghi perfetti, fanno crescere il romanzo a livelli stellari. Disfide, cimenti, odio e veleni, certo. Ma anche vera passione, musica, nostalgia.



                      
                 RECENSIONE

Bottondoro  era cresciuta in una fattoria di Florin insieme hai suoi genitori, i suoi tempi preferiti erano cavalcare e tormentare il giovane garzone della fattoria il suo nome era  Westley  ma lei non lo chiamava mai così.
Le piaceva molto  dare ordini a Westley,
Westly ha ogni suo ordine Gli rispondeva : " hai tuoi ordini" era tutto che gli aveva mai detto.
Un giorno con stupore lui si accorse che ogni volta " diceva hai tuoi ordini voleva dire Ti amo" e si stupì ancora di più che anche lei lo amava.
Westley non aveva soldi per sposarla e così prese la sua roba e la scio la fattoria per andare a cercare fortuna in America.
Per Bottondoro fu un momento molto triste.
Westley non arrivò mai a destinazione la sua nave fu attaccata dal pirata Roberts che uccideva tutti quelli che catturava.
Quando Bottondoro venne a sapere che Westley fu trucidato dai pirati si ritirò nella sua stanza per giorni e giorni senza mangiare e senza dormire.
Cinque anni dopo una grande folla si radunò nella principale di Florin per sentire il principe Humperdinck ( un uomo spregevole, vigliacco, molto intelligente,presuntuoso, insignificante).che presentava la sua promessa sposa .
Bottondoro si sentiva triste e vuota senza il suo Westley; nono stante Humperdinck avesse il diritto di sceglierla come sua sposa lei non lo amava.
Per Bottondoro gli unici momenti di Gioia erano quelli che provava cavalcando.
Durante una delle sue cavalcate viene rapita da strana banda di malviventi: il capo è un siciliano gobbo, tanto intelligente, quanto presuntuoso di nome Vizini , accompagnato da uno spadaccino spagnolo" un  uomo sottile come una lama"di nome Ingo Montoia , e da un ingenuo gigante turco dalla forza sovrumana di nome Fezzik.
Bottondoro scopre sono stati reclutati per far ricadere la colpa della sua scomparsa  sul paese vicino, Gullder in modo da poter cosi scatenare una guerra.

Mi fermo qui...
Continuate voi questa meravigliosa storia fantasy.