giovedì 31 gennaio 2019

LA SCATOLA DEI BOTTONI


La scatola dei bottoni di Gwendy



TITOLO La casa dei bottoni
AUTORI Stephen King & Richard Chizmar.
CASA EDITRICE Sperling & Kupfer
PREZZO 15,22€
PAGINE 240






TRAMA




Gwendy Peterson ha dodici anni e vive a Castle Rock, una cittadina piccola e timorata di Dio. E cicciottella e per questo vittima del bullo della scuola, che è riuscito a farla prendere in giro da metà dei compagni. Per sfuggire alla persecuzione, Gwendy corre tutte le mattine sulla Scala del Suicidio (un promontorio sopraelevato che prende il nome da un tragico evento avvenuto anni prima), a costo di arrivare in cima senza fiato. Ha un piano per l'estate: correre tanto da diventare così magra che l'odioso stronzetto non le darà più fastidio. Un giorno, mentre boccheggia per riprendere il respiro, Gwendy è sorpresa da una presenza inaspettata: un singolare uomo in nero. Alto, gli occhi azzurri, un lungo pastrano che fa a pugni con la temperatura canicolare, l'uomo si presenta educatamente: è Mr. Farris, e la osserva da un pezzo. Come tutti i bambini, Gwendy si è sentita mille volte dire di non dare confidenza agli sconosciuti, ma questo sembra davvero speciale, dolce e convincente. E ha un regalo per lei, che è una ragazza tanto coscienziosa e responsabile. Una scatola, la sua scatola. Un bell'oggetto di mogano antico e solido, coperto da una serie di bottoni colorati. Che cosa ottenere premendoli dipende solo da Gwendy. Nel bene e nel male.


recensione
Dovrei lavorare e invece sono a scrivere  la recensione di questo libro finito ieri sera.
Questo romanzo narra di una ragazzina di 12 anni  di nome Gwendy.
Il romanzo si svolge castel rock una città apparentemente tranquilla.
Gwuendy  è una ragazzina cicciotella che viene continuamente presa in giro da un bullo , finita  le elementari in comincia a mettersi a dieta e a correre sulla strada del suicidio dove sono morte due persone.
Mentre finisce di fare la rampa la protagonista incontrerà un uomo strano che porta  un capello nero e di nome  fa Fariss.
Friss è il tipico umo che fa paura ai bambini come l'uomo nero, ma Fariss non è l'uomo nero è solo che porta un fardello e lo cede alla nostra giovane protagonista una scatola che contiene dei bottoni colorati che possono portare il bene o il male ma questo sta alla nostra protagonista come gistire la scatola e farne buon uso.
Anche stavolta il mio scrittore preferito non mi ha deluso , troppo bello ...

Nessun commento:

Posta un commento