domenica 22 gennaio 2017

LA RAGAZZA Di BUBE





TITOLO: La ragazza di BuBe
AUTORE: Carlo Cassola
CASA EDITRICE:Enaudi
PAGINE:266
PREZO:£4,000
GENERE:  Drammatico.

Trama:

Storia minima e esemplare,raccolta intorno a pochi umili protagonisti,ma mossa nell'aria di enormi eventi - Itala e gli italiani all'indomani della liberazione -"La ragazza di Bube" è un romanzo "perfetto": per tensione,ritmo,per la presa di coscienza dei personaggi,ragazzi nell'aprile 45 e poi uomini e donne, con un destino ormai scavato,quandol'azione si conclude.
Negli anni confusi e gloriosi dell'immediato dopoguerra ,Bube, la sua fidanzata Mara, ancora bambina,il padre di lei ,comunista rivoluzionario,intrecciano una vocenda fitta e contrastata che,pur  diventando  dramma ,non esce mai dai suoi binari severi,dolenti. La straordinaria Mara,per cui l'affetto è un dovere,è un italiana così antica,così vera, che trova rispondenza,nelle nostre lettere,solo alcune donne di Nievo,di Manzoni.

Recensione:
La ragazza di Bube è un classico, non sapevo cosa leggere ho aperto l'armadio di mio padre e ho trovato questo libro, mi sono rilassata sul divano e ho incominciato a leggerlo e non riuscivo a smettere di leggere per via di come lo scrittore Carlo Cassola descrive Firenze nel dopo guerra, i paessaggi , l personaggi con una semplicità unica che lo finito in tre giorni.
Il romanzo fa capire che la difficolta non è al momento della guerra ma è il dopo perchè la gente vive nella disperazione, nella povertà e nella vendetta contro i Fascisti.
Mette in risalto la debolezza mentale dei giovani uomini di come vengono plagiati dagli adulti per diventare Fascisti o Partigiani con propagande con ideologie sbagliate e cosi è sucesso a Bube aveva solo16 anni quanrdo diventò partigiano era un bambino che non sapeva cosa faceva e da quel giorno diventò una macchina per uccidere.
L'autore descrive in modo cosi bello poetico l'amore che sboccerà fra Bube e Mara e di come questo amore cosi difficile fa cambiare, rafforzare e crescere in modo positivo i due protagonisti.
Una vera storia d'amore, mi ha comosso e mi ha fatto molto riflettere.
Buona notte lettori..




sabato 14 gennaio 2017

MARINA


Titolo:Marina
Autore:Carols Ruz Zafon
Casa Editrice: Oscar Mondadori
Pagine:310
Prezzo:€13,00
Genere:Triller

Trama:
Barcellona,fine degli anni sessanta.Oscar Drai è un giovane studente che trascorre i faticosi anni della sua adolescenza in un cupo collegio di tanto in tanto ama allontanarsi dalle soffocanti mura del convitto per perdersi nel dedalo di vie,ville palazzi di quartieri che trasudano a ogni angolo storia e mistero. In una di queste fughe il giovane si lascia rapire da una musica  che lo porta fino alle finestre di una casa. All'interno,su un tavolo,un antico grammofono suona un ammaliante canzone,accantk,un vecchio orologio da taschino dal quadrante scheggiato. Oscar,senza sapersi spiegare il perchè, sottrae l'oggetto e scappa. Qualche giorno dopo torna per restituire il maltolto e incontra la giovane Marina e il suo enigmatico padre, il pittore Germàn. Il suo innato amore per il mistero si intreccerà da quel momento ai segreti  inconfessabili del passato di una famigli e di una barcellona  sempre piu gotica e sempre più amata, che lo spingeranno verso l'irrevocabile fine della sua adolescenza.

Recensione:

Romanzo dark  gotico, misterioso, affascinante; inquietudine di un torbido passato che solo i cittadini e la belissima Barcellona conoscono. Con il passare degli anni questo passato viene dimenticato e l' amatissima Barcellona porterà sempre con se questa piccola storia ignobile che è  meglio non raccontare, ma custodirla nei meandri e nei vicoli della città.
 Oscar  un giorno  incontrerà una fanciulla dai capelli color oro, una pelle bianca ,liscia fragile come un ramoscello, i suoi occhi di un verde intenso dove si rispecchia Barcellona.
Marina porta  Oscar al cimitero per indagare su una donna sempre vestita in nero che  tutte le domeniche mette  una rosa  su una tomba senza nome. Barcellona  custodisce segretamente la tomba e questa dama misteriosa , ma quando  verrà svelata  questa presenza insolita, la città non sara più la stessa ed  insieme ad essa anche il nostro protagonista che non sarà piu un ragazzino ma un uomo che si porterà dietro i suoi ricordi e custodirà nel cuore il segreto che Barcelona e Marina custodivano.
Marina dolce marina con i tuoi segreti non ti ho odiata  anzi ti ho amata, ho aprezzato i tuoi silenzi, ma ti devo confessare di nascosto ho abbracciavo il cuscino e silenziosamente singhiozzavo perchè non potevo sopportare la tua tristezza la tua paura che non capivo da dove provenisse tutta questa inquietudine perchè per proteggermi e anche per non  perdermi mi hai nascosto la verità.
Non lasciatevelo scappare.







sabato 7 gennaio 2017

IL BAMBINO DI AUSCHWITZ

 
 Autore: Suzy Zail
Editore: Newton Compton

Pagine: 288
Anno di pubblicazione: 2015
Prezzo copertina:9,90€     
                                                                                                                                                               
                                                                   TRAMA: Alexander ogni giorno è costretto ad assistere a violenze, atrocità, soprusi e ingiustizie, senza poter reagire. Per sopravvivere deve abbandonare l’altruismo, e indurire la mente e l’animo. La situazione cambia quando ad Alexander viene affidato il compito di domare il nuovo cavallo del comandante, da cui nasce un motivo di speranza: se riuscirà a superare la diffidenza dell’animale e a condurlo al passo, forse guadagnerà il rispetto dei suoi carcerieri. Se fallirà, invece, sarà la morte per entrambi.

 

 Recensione:

Il romanzo affronta la tematica del' olocausto da un punto di vista originale e sconvolgente.
La scrittrice racconta in un modo vivido la storia di un bambino sopravissuto all'inferno, non descrive solo il rapporto tra carnefice e vittime ma di come l'uomo si oppone alle crudeltà dei campi e descrive l'animo buono e gentile delle persone, mette in risalto valori estranei ai quei posti come speranza e amicizia.
Ammirevole il modo in cui  l'autrice descrive i paesaggi, il campo di concentramento ed i personaggi, con una sensibilità unica di descrive la morte, la sofferenza e la lotta per sopravvivere  ogni giorno ; mi ha stregata con il suo modo di scrivere a tal modo di finire il libro in soli due giorni.
Cari amici,leggetelo subito.


mercoledì 4 gennaio 2017

MISS PEREGRINE LA CASA DEI RAGAZZI SPECIALI



Risultato immagine per immagini la casa dei ragazzi speciali libro


Titolo: MISS PEREGRIN LA CASA DEI RAGAZZI SPECIALI
Autore: RANSOM  RIGGS
Casa Editrice; RIZZOLI
Prezzo: REGALO DI NATALE
Pagine:383
Genere: FANTASY



TRAMA:

Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Su "Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali", è basato l'omonimo film, prodotto dalla Twentieth Century Fox, scritto e diretto da Tim Burton.

RECENSIONE

La casa dei ragazzi speciali e'un romanzo tratto da una storia vera straordinario,letto in quattro giorni mi ha rapita lo scrittore e mi ha portata dentro al libro come se avessi vissuto  in prima persona l'avventura di jacob.
Il romanzo fa capire gli orrori della seconda guerra mondiale dove il nonno di Jacob ne fa parte essendo di origine ebraica e nato in polonia.
Da quando iniziarono le persecuzioni razziale  da parte dei nazisti per gli ebrei e non solo , la vita divento'un incubo così anche per il nonno di yacob che vedrà sparire la sua famigli.
Il nonno verrà nascosto e protetto da Miss Peregrine, la quale gestisce una casa molto speciale ,piena di misteri e segreti dove Jacob dovrà tornare per scoprire chi era realmente suo nonno e da cosa lo proteggeva.
Ieri sera ho visto il film non rispecchia il libro è più un fantasy, mentre il libro no perchè è una testimonianza e si capisce anche dalle foto illustrate  dal romanzo.
Il  libro fa capire che la diversità spaventa; c'è chi vuole nasconderla, chi preferisce proteggerla e chi eliminarla.
Arrivederci al prossimo libro.