venerdì 15 luglio 2016

Fiammetta




Fiammetta



Titolo: Fiammetta
Autrice: Emanuela E.Abadessa
Casa Editrice: Rizzoli
Prezzo:€19,00
Pagine: 365







Trama:

Fiammetta legge i componimenti del poeta Valastro, nella sua umile stanza di maestra a Firenze. Ha uno spasimante ma non le interessa, pensa soltanto ai suoi bambini e alla letteratura. Finché proprio lui, Mario Valastro, tiene un incontro in città e tra loro nasce un’affinità, un’attrazione. Dopo qualche mese di lettere infuocate e desiderio, i due decidono di sposarsi. Ma l’amore, per Fiammetta, non significa abbandonare le proprie idee di uguaglianza, né la propria autonomia. Arrivata a Catania, stretta tra le cattiverie delle vecchie di casa Valastro e le incomprensioni con il marito, si chiederà cosa desidera davvero. Una lotta solo sua? Una passione travolgente? Un segreto che la faccia sentire libera?


RECENSIONE

All'inizio l'ho trovato un po' lento per le descrizioni di Firenze dell'Ottocento perché sono troppo approfondite e con un linguaggio troppo antico stile Alessandro Manzoni.
Il personaggio che ho amato tantissimo è Fiammetta perché è una donna dell'Ottocento femminista che va contro tutti e contro suo marito Mario Valastro, un uomo odioso che vive con la zia e le cugine che sono dell'idea che le donne non abbiano diritti e che debbano stare a casa. Ma tutto questo la protagonista lo ribalterà. Lei è una donna libera che aiuterà le persone bisognose in Sicilia ma purtroppo la sua voglia di combattere e le sue idee le verranno portate via dal marito.
L'autrice con questa storia rappresenta il matrimonio sfortunato di Giselda, maestra aretina sposata con il poeta catanese Mario Rapisardi.
La storia, gli intrecci e i personaggi mi sono piaciuti molto perché sono molto originali, divertenti e anche tragici.
Brava Emanuela Abbadessa di avermi consigliato di leggere il suo libro.
Arrivederci al prossimo libro.



Nessun commento:

Posta un commento