giovedì 20 agosto 2015

LE PAROLE DEI BAMBINI

Le Parole dei Bambini Maria Rita Parsi

TITOLO: LE PAROLE DEI BAMBINI
AUTRICE: MARIA RITA PARSI
CASAEDITRICE: MONDADORI EDITOREPAGINE: 228
PREZZO€ 17,50



TRAMA:

Un libro che parla di quel che pensano e provano i bambini. Anzi, un libro che fa parlare i bambini, dando voce, lettera dell'alfabeto dopo lettera dell'alfabeto, al loro mondo di valori, al loro modo di relazionarsi con gli altri e di vivere la realtà esperita attraverso l'originalità, l'ingenuità, la creatività, lo humour e, soprattutto, la magnificenza che li contraddistingue.
Perché i bambini possiedono parole che gli adulti non sanno più trovare. Parole del cuore, legate alla loro immaginazione, fantasia, voglia di comunicare, che spesso, però, sono anche intrise dei valori, dei disvalori, delle sicurezze e delle incertezze, delle paure, delle necessità, del disagio e altro ancora che gli adulti trasmettono loro.
Così, Le parole dei bambini è una profezia che si auto avvera: alle parole rivelatrici dei 'profeti bambini' - che talvolta suonano come sentenze di assoluzione e talvolta come verdetti di condanna - gli adulti dovrebbero prestare massima attenzione e ascolto. Perché i bambini sono poeti: agiscono con le parole. Hanno il cinismo della sincerità, la qualità dell'innocenza, l'esercizio violento della verità. E tra le mani tengono la molle cera di loro stessi da plasmare. Ogni colpo resta impresso, ogni azione è traccia d'anima." (Maria Rita Parsi)

AUTORE

Maria Rita Parsi, psicologa psicoterapeuta, ha fondato e dirige la Scuola Italiana di Psicoanimazione (SIPA). Dal 1984 fa parte dell'Istituto Riza e scrive sulle riviste Riza Psicosomatica e Riza Scienze. Nel 1991 ha dato vita alla Fondazione "Movimento Bambino" ONLUS. Svolge da anni intensa attività didattica presso Università italiane e Istituti specializzati.


RECENSIONE

I bambini possiedono parole che gli adulti non sanno più trovare, parole del cuore, legate alla loro immaginazione, fantasia, voglia di comunicar, che spesso, però, sono anche intrise dei valori.
Dei disvalori, delle sicurezze e delle incertezze, delle paure, delle necessità, del disagio e altro ancora ancora che gli adulti trasmettono loro.
Gli adulti dovrebbero prestare massima attenzione e ascolto. Perché i bambini sono poeti.
I bambini sono flessibili , creativi, adattabili, sono pratici ma no rinunciano alla fantasia.
I bambini hanno fiducia nello sviluppo, nel cambiamento, anche se aspirano alla stabilità.
I bambini sono in grado di dare stabilità all'instabile, di accettare la morale di ciò che è osceno, di utilizzare l'ambivalenza come altalena della conoscenza e dell'amore.
I bambini considerano l' infanzia un territorio su cui scorrazzare, un segreto armadio, una profonda grotta in cui rifugiarsi e attendere il tempo della crescita del mondo degli adulti.
I bambini considerano l'infanzia la bugia delle bugie non raccontano bugie ma fiabe, perché sono fatti di fiabe.
I bambini si specchiano accanto al genitore e si riconoscono solo perché nello specchio riconoscono il padre o la madre insieme, che stanno accanto a loro: " Se quella è mia madre ( o/e mio padre) quello accanto a ( lui / loro sono io).
Se l'infanzia di un bambino è stata buia, triste grigia, spaventata, senza luce e nessun drago , fantasma o mostro è stato all'improvviso sconfitto, egli diventa adulto ma dentro di lui il bambino  aspetta, murato nel semi sonno dell'attesa.
Aspetta che l'infanzia sia magica , bella e santa.
Bisogna far illuminare l'infanzia per far crescere il bambino.
Per scrivere  tutte le parole che sono scritte nel libro ci vorrebbe  una giornata intera, quindi cari lettori e lettrici leggetelo e capirete come sono poetici i nostri bambini.
Vi parlo con il cuore in mano non maltrattiamo i nostri bambini ma facciamoli crescere con il nostro amore, cerchiamo di far illuminare l'infanzia dei nostri bambini per fargli crescere sereni
grazie..


 
I PASSEROTTI NON FANNO RUMORE
 
I passerotti
non fanno rumore.
Essi abitano l'aria
con un leggero battito d'ali.
Essi aspirano al nido
al confronto del cibo
e del calore.
Hanno morbide piume
come morbido è il cuore
che scandisce
nel loro petto
il tempo del vivere.
Hanno voci
cosi sottili ed incerte
che il silenzio
può contenerle
e quando piangono
lasciano tracce di luce
negli arcobaleni
e nel vento.
Non fateli male.
La loro anima
è l'anima del mondo.
 
 
 

 

Nessun commento:

Posta un commento