mercoledì 29 luglio 2015

il bambino con il pigiama arrighe

Il bambino con il pigiama a righe



TITOLO: il bambino con il pigiama a righe
AUTORE: John Boyne
CASA EDITRICE: Bur Extra Rezzoli
PAGINE: 209
PREZZO: €10,00



TRAMA:

Leggere questo libro significa fare un viaggio. Prendere per mano, o meglio farsi prendere per mano da Bruno, un bambino di nove anni, e cominciare a camminare. Presto o tardi si arriverà davanti a un recinto. Uno di quei recinti che esistono in tutto il mondo, uno di quelli che ci si augura di non dover mai varcare. Siamo nel 1942 e il padre di Bruno è il comandante di un campo di sterminio. Non sarà dunque difficile comprendere che cosa sia questo recinto di rete metallica, oltre il quale si vede una costruzione in mattoni rossi sormontata da un altissimo camino. Ma sarà amaro e doloroso, com'è doloroso e necessario accompagnare Bruno fino a quel recinto, fino alla sua amicizia con Shmuel, un bambino polacco che sta dall'altro lato della rete, nel recinto, prigioniero. John Boyne ci consegna una storia che dimostra meglio di qualsiasi spiegazione teorica come in una guerra tutti sono vittime, e tra loro quelli a cui viene sempre negata la parola sono proprio i bambini. Età di lettura: da 12 anni.
 
 

RECENSIONE:

Ottimo libro per  ragazzi.
Che discute la diversità fra due bambini che vivono per  disgrazia a Asuti, un luogo triste , piovoso, tetro. Uno di loro è Ebreo e l'altro e un Tedesco, e come si sa nella seconda guerra mondiale in Germania scese al potere Hitler E fece le leggi RAZZIALI e come ben si sa gli Ebrei furono deportati nei campi di concentramento e infatti il bambino ebreo che viveva ad Asuti con suo padre nel campo di sterminio. I due bambini si divertirono a parlare e a mangiare insieme separati da una rete e per  loro questa diversità che la Germania aveva imposto non la capivano e il bambino ebreo non capiva come un bambino tedesco cosi buono e bravo poteva a vere un padre cosi spregevole.
Leggendo il romanzo posso dire che mi sono commossa, di una semplicità inaudita, che si legge in due giorni a come è scorrevole. Mi sono innamorata di questo libro. La cover rispecchia il libro.
 Cari insegnati fatelo leggere ai vostri ragazzi è un consiglio che vi do sta a voi poi seguirlo grazie al prossimo libro.






venerdì 24 luglio 2015

delitti della camera chiusa


aa.vv. - i delitti della camera chiusa


TITOLO: i delitti della camera chiusa
AUTORI: vari
CASAEDITRICE: Polillo editore
PREZZO: €14,90
PAGINE: 403


TRAMA:
 
Una persona viene uccisa in una stanza rigorosamente sbarrata: porte e finestre sono chiuse dall'interno, gli eventuali accessi - come cappe di camini o fori di aerazione - sono troppo piccoli perché qualcuno vi possa passare e non ci sono segni di effrazione né passaggi segreti né duplicati di chiavi. Il suicidio è fuori discussione: la posizione del corpo della vittima e quella dell'arma lo escludono. Chi è stato? E come ha fatto? Il "delitto della camera chiusa" appartiene alla categoria, dei "delitti impossibili", quelli le cui modalità di esecuzione sembrano escludere l'intervento di una mano umana. Eppure, come questa raccolta dimostra, molti sono i modi e gli strumenti per uccidere una persona e andarsene lasciando la porta sbarrata dall'interno. C'è il ghiaccio, ma c'è anche il sole, ci sono corde e chiodi, ma anche pugnali e pallottole, ci sono l'assenza di gravità e una fogliolina di tè. E gli animali, ovvio: un gufo, in certe circostanze, può essere utilissimo. Anche i luoghi sono i più disparati: c'è la stanza e il cottage di campagna, lo stanzino del telefono e il bagno turco, la navicella spaziale e l'obitorio. Vero e proprio classico dell'età d'oro del giallo, il delitto della camera chiusa è una sfida con la quale tutti i più grandi giallisti si sono cimentati. In questa antologia sono raccolti tredici racconti scritti da altrettanti autori in un arco di tempo che va dal 1897 al 1962. Anni difficili, se sprangarsi in una stanza non bastava per sfuggire alla morte.

 




RECENSIONE

all'inizio ero un po' scettica di leggere questo libro perché io non ho mai letto libri o storie gialli ma tutti thriller e sono diversi. Ma mi sono ricreduta l ho trovato molto interessante, un po' lento e difficile però ganzo.
Sono varie storie e le storie che ho amato sono:

-LA 5 LA STANZA SIGILLATA DI RIOBERT ARTHUR JR
-OMICIDIO PER PROCURA MATTHIAS MCDONNELL BODKIN
-MISTERO ALL 'OBITORIO DI FREDRIC BROWN
- IL SOGNO DI AGATHA CHRISTIE
-I DELITTI DI X STREET DI JOSEPH COMMINGS
-LA PRIMA CAMERA CHIUSA DI LILLIAN DE LA TORRE

Voi che nella fossa del condannato giacete preparatevi poiché domani morirete.
Vegliate e pregate , l'ora fatale s'avanza
in cui dovrete a Dio mostrar la sembianza .
Guardatevi dentro , pentitevi sinceramente
Cosi che non brucerete eternamente .
E quando domani la campana si St. Sepulchre suonerà
Che il padre eterno delle vostre anime abbia pietà !
Mezzanotte è passata!









-

venerdì 3 luglio 2015

Halloween Tales







Titolo: halloween Tales
Autori: vari
Casa editrice: La mela avvelenata
Prezzo: €9,99 e book
Pagine:48


TRAMA: 10 racconti da brivido, 10 storie per ragazzi per la notte più paurosa dell’anno. Sebbene i protagonisti di queste storie siano giovani, la paura non ha età e ci seduce con le sue spire. Racconti nostrani e non, con ambientazioni diverse, ma eguagliati dal mistero che accompagna il lettore in questa dimensione magica.

RECENSIONE: Ottimi racconti da brivido dal mio punto divisata gli possono leggere anche i bambini perché sono come piccoli brividi.
Un racconto che mi ha colpito è stato:" l'INCUBO DI GAIA", perché è stato un racconto realista  e a tutti noi ci capita di fare sogni realistici che ti sembrano veri.
Cari lettori leggetelo perché è davvero carino

HALLOWEEN CAPE



Immagine in linea 1


Titolo: Halloween Cape
Autore: Carlo Baranzini
ISBN: 978-88-98394-78-4
Collana: Horror, Young Adult
Prezzo : 2.99 €Trama:

 TRAMA: Ci sono luoghi speciali appena oltre l’indefinita linea dell’orizzonte, luoghi che non troverete sui libri di geografia. Uno di essi è Halloween Cape, cittadina affacciata su un oceano scuro e denso di storie da brivido pronte a tenervi svegli nelle notti più cupe. Questa è la prima di moltissime altre, e scandisce in immagini le peripezie di un gruppo di giovani e intrepidi indagatori dell’incubo alle prese con un caso letteralmente mostruoso… Perché nulla è ciò che sembra entro i confini della città più stregata al mondo!

RECENSIONE: è un libro horror, nomi personaggi , luoghi ed eventi narranti sono il frutto della fantasia dell' autore o sono usati in maniera fittizia .
Qualsiasi somiglianza con persone reali , viventi o defunte, eventi o luoghi esistenti è da ritenersi: puramente casuale .

Citazione:

L'essere che è sotto il letto,
aspetta di afferrarti la caviglia non è reale.
Lo so
e so anche che e
sto bene attento a tenere
i piedi sotto le coperte;
non riuscirà mai a ferrarmi la caviglia.
                                                                  Stephen King

Non e un horror a tutti gli effetti però ci siamo quasi. Lo scrittore devo ammettere sta prendendo le orme del mitico Stephen King specialmente il modo di scrivere cosi dettagliato con un fascino di mistero. In fatti il romanzo è pieno di mistero soprattutto la città Cape e nasconde un segreto che solo cinque ragazzi adolescenti lo sveleranno, è molto simile ad IT infatti anche in esso cerano cinque ragazzi che devono salvare la città da un mosto.
Cari lettori leggetelo e lo troverete molto piacevole e state tranquilli che dopo aver letto farete sogni tranquilli..
Arrivederci al prossimo libro.

a casa di jo il caffe non finisce mai

Schermata 2014-12-05 alle 13.25.43


TITOLO : Casa di Jo il caffè non finisce mai
AUTRICE: Rosa Gargiulo
CASA EDITRICE: Persone di parola editrice
PAGINE: 145
PREZZO: €9,90


TRAMA:
Sei donne che, tra pouf cuscini e caffè, si ritrovano ogni sabato ‘a casa di Jo’, per sciogliere i nodi più vecchi del loro tappeto, per ricostruirne la trama e riscrivere la storia di giorni andati cercando un senso nuovo, una giustificazione che possa dare tregua ai pensieri e alle amarezze.
Donne incontenibili, che del mondo conservano negli occhi i paesaggi che si dilatano quando l’aereo decolla. Donne che cercano una forza nuova, un coraggio che credevano di non avere. E pazienza per gli errori, le sviste, le delusioni, che “… se non ci fossero, non avremmo vissuto”.
Vite che rischiano di affondare, ma che si ritrovano poi al largo, sole, abbracciate al coraggio e alla delusione, ma salve e libere. Occhi che vivono a colori, ritrovando se stessi tra le onde di un nuovo arcobaleno su cui navigare.
Donne che hanno accompagnato l“Io devo” e “Io posso” con un un nuovo alleato: “Io voglio”.
Donne partite molte volte ancora, sulla pelle la carezza dello scirocco, a cercare conchiglie e sabbia scura, calda di sole.
E, sulle labbra, il sapore del caffè…

Rosa Gargiulo, amante della vita, scrittrice per passione.
Ex insegnante di scuola elementare, nasce a Vico Equense (Napoli) nel 1969. Esperienze particolari: due linfomi e un trapianto di cellule staminali che l’hanno convinta della necessità di rivedere le priorità della vita e, soprattutto, di trasformare i propri sogni in realtà.


RECENSIONE:

Un libro avvincente e commuovente che fa intrecciare cinque storie  di cinque ragazze molto diverse ma molto simi tra l'oro.
Mentre leggevo il  romanzo pensavo a me e alle mie amiche che siamo cosi diverse con storie di verse ma molto simili..
Ho scoperto che ogni storia che viviamo possono essere simili tra loro: " esempio io mi sono rivista come storia con quella di Giovanna perché come lei ho avuto un fidanzato geloso, possessivo , manesco, ma come si sa ogni cicatrice lascia un segno indelebile che rimane.
Ma questo libro ci vuol far insegnare che non importa se hai sofferto l'importante è reagire e realizzare i nostri sogni e di non mollare mai.
Il modo come scrive la scrittrice è piacevole scorrevole e utilizzando un linguaggio molto semplice.
Un libro davvero unico