mercoledì 15 aprile 2015

Intervista con la Storia


Intervista con la storia


AUTRICE: Oriana Fallaci
TITOLO: Intervista con la storia
Casa editrice: best BUR
PREZZO: 14,50
PAGINE: 879
PREFAZIONE: Di Federica Rampini



TRAMA: "La storia Mondiale si fa Umana , concreta ,animata da personaggi in carne e ossa ,messi a nudo nelle loro storie private"
Dalla prefazione di Federica Rampini

" Non riesco a escludere che la nostra storia esistenza sia decisa da pochi, dai bei sogni o dai capricci di pochi . Dall'iniziativa o dall'arbitrio di pochi.. Certo è un ipotesi atroce. Ancor più sconsolato ti chiedi :più intelligenti di  di noi i, più forti di noi , più illuminati, più intraprendenti di noi? Oppure individui come noi , né meglio, né peggio di noi, creature qualsiasi che non meritano che non meritano la nostra collera, la nostra ammirazione, la nostra invidia? Cosi scrive la Fallaci nella premessa a l'intervista con la storia, testo appassionato e coraggioso che raccoglie le interviste di Oriana alle figure che hanno segnato il corso del secondo Novecento , Herry Kissinger a Willy Brandt, da Golda Meir a India  Gandhi, da Rafat a Hussein di Giordana, da Nenni ad Amendola, fino a Giulio Andreotti.
Pubblicato nel 1974, il libro trasmette tutta la caparbietà della Fallaci, la sua voglia di capire il mondo e gli uomini , il suo stile inconfondibile, la forza della sua scrittura. E ancora oggi risuona come una condanna spietata del potere, un invito alla disubbidienza, un inno appassionato alla libertà.

Oriana Fallaci (1929-2006) , Fiorentina , è stata definita "uno egli autori più letti ed amati del mondo" e dal rettore del Columbia College of Chicago che le ha conferito la laurea ad honorem in letteratura. Ha intervistato i grandi della terra e come corrispondente di guerra ha seguito i conflitti più importanti del nostro tempo, dal Vietnam al Medio Oriente. I suoi libri tradotti in tutto il mondo , sono disponibili in BUR.



RECENSIONE: La storia è stata fatta da uomini intelligenti , da illuminati, da uomini coraggiosi, da uomini corrotti che per prendere il potere erano pronti a tutto. Oriana Fallaci con superba bravura ha intervistato questi uomini mettendo a nudo tutti i loro punti deboli, soprattutto quegli uomini intelligenti e dittatori che massacrano la loro gente solo perché non la pensano come loro. Ma ho amato quei personaggi come Nenni, Berlinguer , Helder  Camara e Alessandro Panagulis , perché hanno combattuto per  la loro terra contro la dittatura le persecuzioni con coraggio, in che modo Nenni e Berlinguer con la resistenza; Helder  Camara con la parola di dio e teneva il  vangelo  come arma contro la dittatura fascista in Brasile, e per finire Panagulis con il silenzio e lo sciopero della fame per proteggere i suoi compagni che hanno partecipato insieme a lui all'attentato di Papadopulos.
" Alessandro Panagulis nasce a Glyfada il due luglio 1939. Studia al Politecnico nazionale di Atene e fin da molto giovane si dedica all'attività politica . A seguito del colpo di stato del 21 Aprile 1967 si oppone al regime militare di Papadopulos e fonda l'organizzazione resistenza greca. Dopo il fallito attentato a papadopulos il 13 Agosto 1986 viene arrestato e condannato a morte; asseguito delle pressioni dell'opinione pubblica mondiale è trasferito nel cercar nel carcere di Boiati dove è sottoposto in modo prolungato ad atroci torture fisiche e mentali. Viene liberato grazie all'amnistia nell'agosto 1973 . La giunta militare abdica l'anno successivo e alle prime elezioni democratiche Panagulis è eletto in Parlamento con l'Unione di centro. Si batte per far espellere quei politici che hanno collaborato con i colonnelli e mantengono posizioni di potere, ma è isolato e riceve minacce di morte. Il 1 maggio 1976 rimane vittima di un misterioso incidente automobilistico . Simbolo di libertà, ai suoi funerali ad Atene partecipano oltre un milione di persone."
Quando ho letto l'intervista di Oriana Fallaci su Panagulis il mio cuore piangeva e non saprei come la giornalista abbia accettato la sua perdita visto che era il suo fidanzato, in fatti il libro "Un Uomo" è stato dedicato a questo grande uomo Alessandro Panagulis .
Veramente un bellissimo libro che solo una grandissima persona che amo molto me lo poteva regalare, l' ho a metto non è stata una passeggiata leggere perché ogni pochino andavo a ricercare tante parole e i fatti accaduti che non mi ricordavo e per la mia ignoranza non gli conoscevo..
Non ho più parole per descrivere questo libro solo leggetelo e capirete la nostra storia..

Nessun commento:

Posta un commento