mercoledì 12 novembre 2014

qualche piano oltre

"Qualche piano oltre" di Sabrina Gregori, Linee infinite edizioni

TITOLO: Qualche piano oltre
AUTRICE: Sabrina Gregori
CASA EDITRICE: Linee Infinite
PAGINE: 254
PREZZO: 12,00


TRAMA:Nella cornice di un cortile condominiale degli anni 70, Sara r Paolo vivono la loro infanzia uniti da una forte amicizia. Pomeriggi d'estate si allungano tra i giochi con gli amici, in un luogo appartato, solo per loro due, la tana. Qui, un giorno, Sara trova dei disegni nascosti, figure di mostri intrappolate nei fogli di carta: è il segreto di Paolo, tormentato da visioni pericolose e inconfessabili, segni di una realtà che nessuno può comprender. Per impedire che anche Sara ne diventi vittima Paolo la prega di dimenticare ciò che avvisto, e l'amica cancella l'episodio dalla memoria.
I due bambini diventano adulti e l'amicizia si trasforma in un sentimento più intenso, ma la vita di Paolo si copre di ombre che Sara cerca di scacciare , fino a quando....
In un giorno come tanti, Sara va a far visita a sua madre, nella stessa palazzina in cui è cresciuta. Entra nell'ascensore e preme il tasto per salire al terzo piano, ma quello che sembra un semplice gesto si rivela una scelta che cambierà la sua esistenza.
Chiamata a salvare il suo amico di sempre, Sara supererà i limiti della morte varcherà le porte dell'immaginabile e si troverà a fare i conti con il passato e con i suoi sentimenti, in luoghi dove la paura prende molte forme e il coraggio ha i contorni dell' infanzia.

RECENSIONE: Mentre leggevo il libro mi sono ritrovata a rivedere un passato conosciuto..
La piccola e coraggiosa Sara affronta la malattia del suo amico che con il passare del tempo si fa ancora più forte insieme alle sue paure, ma Sara lo aiuta a starli vicino e lui si confida con lei raccontandoli i suoi segreti..
Mentre scorrevo di leggerlo  e scoprendo con tale tristezza  la morte di Paolo ho rivisto il film aldilà dei sogni, un amore che va oltre all' immaginabile in cui Sara come il protagonista del film fa un viaggio per rivedere la sua amata; come fa la nostra coraggiosa Sara fa un viaggio pieno di morte, paura per liberare il suo unico e vero amore..
Proprio vero dire che il vero amore è l'ingrediente fondamentale per oltre passare la vita e la morte..

Nessun commento:

Posta un commento