lunedì 31 marzo 2014

migranti


Titolo: migranti
Autore: Luca Mefalopulos
Casa Editrice: Linee infinite
Prezzo: 10;00
Pagine: 135

TRAMA

Migranti nasce dalla voglia di raccontare che viene da lontano, che si tramanda di padre in figlio senza bisogno di parole.Un bisogno di lasciare le radici e la propria storia quando non si è potuto lasciare una casa, una terra.Di quattro generazioni due soltanto sono nate nello stesso posto che non è lo stesso né della prima né dell'ultima.Una storia familiare in continuo movimento, come lo scorrere di un fiume...
Ed ecco allora le parole cercate con attenzione, scelte tra tante per farsi conoscere, comprendere, ricordare.Per condividere un'emozione, un esperienza, per trovare delle risposte, per nascere nuove domande..


RECENSIONE

LE POESIE CHE HO LETTO SONO STORIE CHE OGNI ESSERE UMANO PERCORRE NELLA VITA..COME PER ESEMPIO ULISSE CHE PER L'ALTO MARE APERTO CERCA SE STESSO NEL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI PER POI PENSARE E RITORNARE ALLE PROPRIE ORIGINI IN UN CONTINUO CAMMINO CIRCOLARE..

domenica 30 marzo 2014

Non lasciarmi andare

Non lasciarmi andare (eNewton Narrativa)
Titolo: Non Lasciarmi andare
Autrice: Jessica Sorensen
Casa editrice:Newton Compton  editore
Pagine:273
Prezzo: 9,90
TRAMA

Ella e Micha si conoscono da quando erano bambini, sono cresciuti insieme e sotto gli occhi l’uno dell’altra sono diventati un uomo e una donna. Finché una tragica notte di otto mesi fa è accaduto qualcosa di irreversibile, ed Ella ha deciso di scappare al'università e lasciarsi tutto alle spalle.
E così, da giovane ribelle e senza limiti, ha deciso di diventare una ragazza perbene, una di quelle che eseguono gli ordini senza discutere e tengono i sentimenti sottochiave. Ma sono arrivate le vacanze estive e l’unico posto dove tornare è casa sua.
Ella trema al’idea che tutto lo sforzo che ha fatto per mettere a tacere i suoi impulsi più veri e seppellire i suoi bollenti spiriti sia stato vano. Con Micha nel raggio di pochi metri si sente davvero vulnerabile. Lui è sexy, intelligente e sicuro di sé, conosce di Ella anche i segreti più oscuri e inconfessabili e ha deciso che farà qualunque cosa sia necessaria per averla. E così l’eccitazione, le parole e gli occhi magnetici di Micha scateneranno nella ingenua e inesperta Ella sensazioni mai provate prima, istinti difficili da frenare…

RECENSIONE
Ottimo libero molto bello dolce romantico .. Ella una ragazza aggressiva che con un passato molto turbolento e grazie a Micha riesce a buttare giu il suo muro e a lasciarsi andare.. Quando si dice che i libri che si scelgono in qualche modo ci rappresentano è vero, questo libro mi rappresenta.
La cover è fantastica rappresenta la protagonista; il modo come scrive la scrittrice è poetico e ci sono frasi molto belle. Ne suscito qualcuna:"Qualcosa è morto dentro di me quando l'ho trovata ma non so cosa . Forse la mia anima..

lunedì 17 marzo 2014

IL FOTOGRAFO DI AUSCHWITZ

Il fotografo di Auschwitz

TITOLO: IL FOTOGRAFO DI AUSCHWITZ
AUTORE: LUCA CRIPPA
CASA EDITRICE: PIEMME
PAGINE: 278
PREZZO:12,90




TRAMA


Nel 1939, dopo l'invasione tedesca della Polonia, le SS propongono al giovane austro-polacco Wilhelm Brasse di giurare fedeltà a Hitler e di arruolarsi nella Wehrmacht. Il giovane rifiuta: si sente polacco e non vuole tradire la sua patria. Un anno dopo Wilhelm viene internato ad Auschwitz, con il numero di matricola 3444. I suoi compagni vengono inviati molto presto alla morte; lui invece si salva perché è un abile fotografo. Nei cinque anni successivi vive nel campo e documenta, suo malgrado, l'orrore. Fotografa migliaia di prigionieri, di esecuzioni, e i terrificanti esperimenti su cavie umane del dottor Josef Mengele. Oltre cinquantamila scatti, che rappresentano una imprescindibile documentazione di quell'abominio. A poco a poco, Brasse decide che lo scopo della sua vita non può essere solo quello di sopravvivere. Agirà. Farà di tutto perché attraverso di lui si conservi la memoria di Auschwitz. Nei mesi successivi, a rischio della vita e con molto ingegno, riesce a far pervenire alla resistenza una parte delle sue fotografie. Infine, al principio del 1945, quando il campo deve essere abbandonato, finge di obbedire all'ordine di distruggere stampe e negativi, riuscendo invece a trarli in salvo. Perché il mondo deve sapere. Sono le immagini di Auschwitz che noi tutti conosciamo. Ricostruita sulla base di resoconti e documenti, una eccezionale testimonianza per non dimenticare.

 RECENSIONE

Auschwitz si sa tutti che cosa è stato l'inferno, ma anche all'inferno può nascere qualcosa di bello l'amore . l'innamoramento tra un uomo e una donna, il sacrificio di sé  per salvare un altro prigioniero , l'amicizia sincera e leale , l'amor di patria .L'attesa di un mondo migliore per tutti.. 
La cover del libro riporta la foto di Czeslawa Kwoka ( 1928- 1943), internata nel dicembre del 1942. Le fu assegnato il numero 26947 e la sigla ppole (prigioniera politica polacca).

giovedì 13 marzo 2014

Nel vento




TITOLO: NEL VENTO
AUTORE: LORENZO LANEVE
CASA EDITRICE: LINEE INFINITE
PAGINE: 385
PREZZO: 15,00

TRAMA: Ethan J. ford lavora da tutta la vita al progetto di un super treno ad energia solare che segnerà la storia e l'economia mondiale.
Dopo aver vissuto cinque anni a Parigi e aver perso la donna che amava in un attentato kamikaze ordinato dai padroni dell'oro nero, ritorna a Londra, sua città Natale, per la vorare a un problema sugli impianti di distribuzione elettrica del SOLAR 1, il grande treno merci che cambierà il mondo.
A Londra incontra per caso Meryl, non si vedono da dodici Trama: Anno 2113, il petrolio del pianeta sta per finire, il mondo è spaccato in due, Oriente e Occidente combattono segretamente tra loro per realizzare una nuova tecnologia per la produzione energetica.anni, ma un tempo si erano amati, senza però mai riuscire a darsi nemmeno un bacio

RECENSIONE: il libro che ho letto è un mescolarsi di diversi generi: fantascienza, romantico, poliziesco, commuovente, ma anche divertente. La cover rispecchia il libro e le montagne del Himalaya.
Il protagonista è una figura che ne ha passate tante, ma che alla fine riesce a tornare a casa dopo tutto l'inferno che ha trascorso.
Il modo come l'autore parla del Nepal e del Himalaya è impressionante sembra che lui di persona ha scalato la montagna piena di ghiaccio che solo uomini con un carattere forte e puro riescono ad arrivarci per poi andarsene..
Un altra figura che mi ha colpito e la tigre bianca perché assume il valore di una guardiana che adempie al compito di essere un messaggera tra il mondo dei vivi e quello dei morti e solo chi è coraggioso e ha un animo pura lei lo lascerà andare.
Cari lettori leggetelo è veramente bello..