sabato 27 luglio 2013

HARRY POTTER e la pietra filosofata


Titolo: HARRY POTTER e la pietra filosofata
Casa editrice: Salani editore
Autrice: j.k Rowling
Pagine: 280
Prezzo: 9,00

TRAMA

Harry Potter è un predestinato: ha una cicatrice a forma di saetta sulla fronte e provoca strani fenomeni, come quello di farsi ricrescere in una notte i capelli inesorabilmente tagliati dai perfidi zii. Ma solo in occasione del suo undicesimo compleanno gli si rivelano la sua natura e il suo destino, e il mondo misterioso cui di diritto appartiene. Un mondo dove regna la magia; un universo popolato da gufi portalettere, scope volanti, caramelle al gusto di cavolini di Bruxelles, ritratti che scappano. Età di lettura: da 8 anni.

RECENSIONE

Ottimo libro, avvincente, pieno di emozioni, colpi di scena. Pensavo di non amare Harry Potter perché i film non mi hanno suscitato niente, invece il libro è diverso perché lo guardi con occhi diversi e con la tua fantasia.
La cover rappresenta il libro; il modo come scrive l'autrice è semplice, conciso e chiaro simile allo scrittore J.R.R. TOLKETN. I protagonisti sono perfetti perché si compensano: Harry perché ha intuito e coraggio, Hermione coraggiosa e sa sempre la formula adatta a ogni situazione e  Ron perché è uno stratega, impulsivo e fra tutte e tre c'è una grande amicizia.
Silente è il vecchio saggio che aiuta i nostri protagonisti a risolvere il caso.
Harry Potter trasmette il valore dell'amicizia,l' importanza di sognare attraverso la magia che impregna tutto il libro ed è riuscito ad incantare anche me anche se non era il mio genere. Non vedo l'ora di leggere il secondo.

Hogwarts Hogwarts, Hoggy Warty Hogwarts,
insegnaci qualcosa per favore,
a noi, anziani, calvi e tutti storti,
a noi ragazzi con i calzini corti,
le nostre teste devono riempirsi
di cose interessanti da non dirsi,
per ora sono vuote e piene d'aria,
di mosche morte e roba secondaria,
insegna a noi che cosa va imparato,
ripeti ciò che abbiamo dimenticato,
fa del tuo meglio e noi faremo il resto,
finché il cervello non ci andrà in dissesto








Nessun commento:

Posta un commento