sabato 15 giugno 2013

Recensione "Siamo solo amici" di Luca Bianchini

Titolo: "Siamo solo amici"
Autore: Luca Bianchini
Casa editrice: Mondolibro
Pagine: 284
Prezzo: 19.00


TRAMA
Giacomo è un portiere d'albergo veneziano. Rafael è un ex-portiere di calcio brasiliano. Sono entrambi a un appuntamento con il destino ma l'essere stati davanti a una porta è l'unica cosa che hanno in comune. Il primo, dopo cinque anni di attesa, sta per rivedere la donna della sua vita: una signora sposata il cui mantra è "non si bada a spese", eternamene in conflitto tra i precetti religiosi e quelli astrali. Il secondo insegue un'attrice di telenovela, in fuga dal personaggio che le ha rubato l'anima. In un incontro fortuito e surreale Giacomo e Rafael instaureranno un rapporto singolare a tratti equivoco, che li porterà a capire chi sono e cosa desiderano. A sparigliare i piani, in una storia squisitamente teatrale, ci si metteranno altre due donne: una prostituta d'alto bordo che pensa di assomigliare a Gesù, e una giovane cassiera ostaggio della famiglia meridionale e dei look di Lady Gaga. Sullo sfondo, oltre il via vai dei clienti dell'hotel, una Venezia tratteggiata come un acquerello, lontana dalle cartoline, in cui la gente parla ancora in dialetto, ha paura degli stranieri e non sa rinunciare a un prosecco prima di cena.

RECENSIONE
Di questo romanzo mi sono piaciuti i personaggi Giacomo, Frida, Rafael,Elena. Ma il personaggio che mi rappresenta è Frida che è una donna che ha sofferto per amore, ma poi incontra Giacomo e il suo cuore ritorna a battere. Ho apprezzato il vero senso dell'amicizia e dell'amore.
 Ottimo libro dove si pùò capire il senso della vita, dell'amore e dell'amicizia e mi ha fatto capire che il vero amico è quello che ti sta accanto nei momenti difficili che la vita ci dà.

Nessun commento:

Posta un commento