mercoledì 19 giugno 2013

la psichiatra



Autore: Wuolf Dorn                
Titolo: La psichiatra
Prezzo: 15;90
Casa Editrice: Corbaccio
Pagine: 399


TRAMA

Lavorare in un ospedale psichiatrico è difficile. Ogni giorno la dottoressa Ellen Roth si scontra con un'umanità reietta, con la sofferenza più indicibile, con il buio della mente. Tuttavia, a questo caso non era preparata: la stanza numero 7 è satura di terrore, la paziente rannicchiata ai suoi piedi è stata picchiata, seviziata. È chiusa in se stessa, mugola parole senza senso. Dice che l'Uomo Nero la sta cercando. La sua voce è raccapricciante, è la voce di una bambina in un corpo di donna: le sussurra che adesso prenderà anche lei, Ellen, perché nessuno può sfuggire all'Uomo Nero. E quando il giorno dopo la paziente scompare dall'ospedale senza lasciare traccia, per Ellen incomincia l'incubo. Nessuno l'ha vista uscire, nessuno l'aveva vista entrare. Ellen la vuole rintracciare a tutti i costi ma viene coinvolta in un macabro gioco da cui non sa come uscire. Chi è quella donna? Cosa le è successo? E chi è veramente l'Uomo Nero? Ellen non può far altro che tentare di mettere insieme le tessere di un puzzle diabolico, mentre precipita in un abisso di violenza, paranoia e angoscia. Eppure sa che, alla fine, tutti i nodi verranno al pettine...


RECENSIONE

I personaggi e gli avvenimenti di questo libro sono inventati. Qualunque analogia con persone in vita o decedute è del tutto casuale e non intenzionale. L'unica eccezione sono quattro personaggi che sono reali  e amici dell' 'autore che non svela chi sono ma si comprende dalla trama del romanzo . La waldelking non esiste: Esiste tuttavia una clinica che è simile nella disposizione degli ambienti. Neppure la città di Fahlenberg esiste sulle carte geografiche della Germania. La  località di Apirsbech esiste, ma in questo caso l'autore ha concesso qualche licenza che gli abitanti del luogo avranno facilmente riconosciuto.Cosa posso dire di questo romanzo, anzitutto mi ha suscitato tante emozioni ma sopratutto ho avuto tanta paura del lupo e dell''uomo nero perché nella vita vera questi personaggi sono realistici sopratutto nel mondo dei bambini..Una cosa che mi ha colpito è la nostra mente cosi fragile e complicata che  è difficile da capire .Mi ha colpito la stella a cinque punte attraverso la quale si scacciano i demoni . La  cover rappresenta significativamente il libro. Cari lettori e lettrici vi consiglio appassionatamente di leggerlo.



Arriva la notte
di quelle senza luna e senza stelle
quando il rombo tonante
fa tremare muri e piastrelle

Arriva al buio,a luci spente
non si vede,ma si sente
giace nell'ombra,in tacita attesa
delle tenebre l'ascesa

La paura è la sua casa
il brivido il suo lamento
l'ignoto il suo messaggio
l'Uomo Nero vive"



"E' arrivato l 'uomoNero
grande grosso e nero
scappa pure quanto vuoi
lui ti vede ma tu non puoi"



"E' arrivato L 'umoNero
re dei demoni del pensiero
tieniti saldo,o ti porta via,
nel suo abisso di follia"

La paura è la sua casa
il brivido il suo lamento
l'ignoto il suo messaggio
l'Uomo Nero vive
" nel tormento"

L'ignoto il suo messaggio"



Nessun commento:

Posta un commento